Come Fare Compravendita Online e Guadagnare Bene

Se hai difficoltà a trovare un lavoro o sei un piccolo commerciante costretto dalla crisi economica a ricorrere ad Internet per promuovere la tua attività andando a caccia di nuovi clienti, sapere come fare compravendita online può tornarti molto utile e permetterti di ottenere buoni risultati.

Da qualche anno, il termine ‘commercio’ è stato rimpiazzato da ‘e-commerce’: pensare di guadagnare con un negozio fisico (che richiede, oltretutto, costi fissi, affitti, personale, ecc.) è un’utopia se l’attività non è legata anche ad un buon marketing online. Questa guida su come vendere su Internet si rivolge sia ai privati che vogliono provare a comprare e rivendere prodotti sui principali portali di e-commerce sia ai commercianti che intendono ampliare la loro clientela: in entrambi i casi, ad investimento zero o contenuto.

Il piccolo o grande commerciante non dovrà far altro che creare l’alter ego digitale del suo shop, mentre il privato dovrà farsi qualche domanda prima di iniziare a fare soldi vendendo su Internet.

Ecco come acquistare e rivendere oggetti sul web.

Leggi anche: I 5 migliori Siti per Vendere Online

Come fare compravendita online: il venditore privato

Come Fare Compravendita Online

Come guadagnare con la compravendita online? Hai due chance:

  • aprire un sito di e-commerce personale attraverso cui offri i tuoi prodotti: dovrai fare un investimento affidandoti ad un professionista del web marketing per gestire l’aspetto tecnico, la promozione, pagando dominio e hosting. E’ la soluzione più costosa, indicata per commercianti on-line che hanno un’attività avviata da controllare e gestire direttamente, un marchio da promuovere;
  • pubblicare inserzioni su piattaforme già esistenti e consolidate, creando un e-shop sui maggiori siti di e-commerce (due a caso: eBay e Amazon) dove è più sicuro e facile vendere. Parallelamente, i canali dei social network o dei forum sono molto efficaci per farsi conoscere a largo raggio attraverso i cosiddetti ‘gruppi d’interesse’.

La seconda soluzione è quella più utilizzata da chi ha sperimentato come fare compravendita online decidendo di acquistare e rivendere prodotti su portali di e-commerce conosciuti in tutto il mondo.

Il venditore privato che non nasce commerciante dovrà chiedersi che genere di merce vendere facendo una piccola indagine di mercato e valutando tre elementi importanti:

  • scegliere un settore in cui è più esperto, appassionato, competente per avere più probabilità di successo;
  • considerare che, nei settori più floridi, la concorrenza è spietata e questo vuol dire anche accettare di vendere a prezzi bassi;
  • non acquistare, inizialmente, prodotti costosi ed ingombranti che richiedono un certo investimento oltre che un magazzino. Sarebbe meglio tentare, inizialmente, con prodotti economici e di piccole dimensioni.

Se sei un privato potrai vendere senza aprire una Partita IVA purché la tua non sia un’attività abituale: se, però, la tua attività non abituale ti consente di vendere per oltre 5.000 euro, sarai obbligato ad aprirla.

Come fare compravendita online: comprare dalla Cina con Aliexpress

Come Comprare e rivendere Online e fare soldi online

Per tentare di ottenere un guadagno acquistando e rivendendo merce, è necessario comprare a poco prezzo per rivendere online prodotti al loro reale valore di mercato (o particolarmente richiesti, ad esempio, dai collezionisti). Per fare questo, dovresti essere abbastanza esperto nel settore che sceglierai.

Può capitare lo stock, il lotto del privato che vuole sgombrare casa, ignaro del valore dei suoi oggetti, che vende in blocco ad una cifra interessante. Si tratta di affari che capitano sempre più di rado, quindi se vuoi vendere online regolarmente (non ogni tanto) puoi provare ad acquistare sul sito Aliexpress, il colosso cinese di e-commerce che ormai tutti conoscono e che ha una versione italiana.

Il sito di Hong Kong lanciato nel 2010 permette a molti di acquistare articoli dalla Cina a prezzi bassissimi per poi rivenderli online. La varietà di prodotti è immensa, i prezzi più che competitivi (si può risparmiare fino al 60-70%) e si trovano anche prodotti di marca.

Aliexpress fa da intermediario tra i grossisti cinesi e gli acquirenti di tutto il mondo; oggi fattura 3 volte più di Amazon ed eBay messi insieme. Anche su eBay, comunque, può capitare il privato che vende lotti o stock a prezzi bassi.

Visita ora Aliexpress >


I siti di e-commerce gratis (o quasi) più affidabili: dove vendere?

Come Fare Compravendita Online e Guadagnare Bene

Il mercato della vendita su Internet è scoppiato grazie all’idea delle aste online (prime fra tutte, quelle di eBay dedicate al collezionismo) affidandosi a strutture già esistenti con la possibilità di avere uno spazio (un piccolo shop personale) all’interno di una piattaforma di e-commerce dove poter inserire annunci di vendita.

eBay e Amazon restano i principali siti per vendere online, i più popolari, conosciuti, consolidati ed affidabili. Offrono una grande visibilità, immediata, un gran numero di potenziali clienti, sono semplici da gestire e molto apprezzati per il fatto che costano poco: tariffe minime per ogni inserzione, una commissione sul venduto.

eBay è una piattaforma nata come mercatino dell’usato online prevalentemente dedicato al collezionismo ma, col tempo, si è trasformato in un portale di e-commerce in grado di offrire qualsiasi tipo di prodotto sia attraverso il sistema delle Aste online sia col Compralo Subito. Rappresenta uno dei marketplace più vecchi di Internet e resta un punto di riferimento per il commercio online.

Amazon consente a tutti di associare la propria attività commerciale alla sua piattaforma offrendo una grande visibilità sui motori di ricerca ed un bacino di utenti (clienti) enorme in tutto il mondo.

Entrambi i siti permettono a chiunque di vendere ovunque.

Come fare compravendita online su eBay

Come Fare Compravendita sul web

Su eBay, dopo la registrazione e la creazione di un account, chiunque può vendere (privati e commercianti) qualsiasi prodotto (nuovo o usato, introvabile, esclusivo, da collezione o di serie, rarità oppure oggetti di marca). Le modalità di vendita sono due: Asta online o Compralo Subito.

eBay, nato come sito per i collezionisti, successivamente si è trasformato in un portale di e-commerce imitato in tutto il mondo con un’offerta vastissima e tutte le possibili categorie di prodotti.

E’ il venditore a stabilire sia il prezzo (a differenza di Amazon, i prezzi sono variabili) sia le condizioni del servizio resi. Il venditore affidabile si riconosce dai feedback ricevuti dagli utenti (acquirenti verificati).

Da non perdere: Le 15 Cose da Vendere su eBay

Il sito richiede una tariffa minima di inserzione (talvolta offerta gratuitamente) oppure, per venditori professionali, un fisso mensile per la gestione del loro eBay shop. Le commissioni di vendita variano a seconda della categoria di prodotti (possono superare il 10% sul venduto): a queste vanno aggiunte le commissioni Paypal.

Visita ora eBay.it


Come fare compravendita online su Amazon

 

Come fare compravendita online su Amazon

Da venditore privato o commerciante, puoi inserire annunci su Amazon usufruendo della grande visibilità sui motori di ricerca Google e della vendita simultanea sui 5 principali marketplace europei (Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Spagna) senza costi aggiuntivi. Il sito è secondo solo ad Alibaba: la sua offerta di prodotti è colossale, le spedizioni rapide ed economiche, impeccabile la politica dei resi. Dispone di un sistema di sicurezza antifrode per la tutela di acquirenti e venditori.

Anche Amazon ha come garanzia di affidabilità del venditore i feedback rilasciati da utenti verificati. A differenza di eBay, i prezzi non sono variabili ma contenuti e competitivi, il venditore ha meno libertà di fare il ‘suo’ prezzo. Non è, quindi, molto indicato per chi ha da vendere oggetti introvabili , rari o non conformi agli standard di Amazon.

Il venditore privato può inserire fino a 40 oggetti al mese con l’account base da 0,99 euro + la commissione sul venduto dal 7 al 20% (in base alla categoria di prodotto). Chi non vende in modo costante ed abituale non è obbligato ad aprire la Partita IVA.

Il commerciante (venditore professionale) paga l’account Pro da 39 euro al mese e può inserire annunci senza limiti: i primi 3 mesi le commissioni sul venduto sono gratis. Il commerciante che vende in modo continuativo e professionale ha l’obbligo di aprire la Partita IVA.

Le commissioni sono tra le più alte del web, il metodo di pagamento PayPal non è ammesso, i prezzi sono estremamente competitivi (tra i più bassi sul mercato), il venditore non avrà possibilità di creare un contatto diretto col cliente (che resterà di Amazon) e l’assistenza clienti automatizzata non è tempestiva. Sono questi gli svantaggi di Amazon per i venditori.

Visita ora Amazon.it


Prima di concludere non perderti anche:

Conclusioni

Se hai intenzione di vendere come privato o commerciante su Internet ti spieghiamo come fare compravendita online, quali prodotti acquistare e dove per iniziare, in quali casi è necessaria la Partita Iva ed altro ancora. eBay e Amazon restano i due colossi di e-commerce a livello internazionale superati soltanto da Alibaba. Scopri come funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*