Avviso di Giacenza Raccomandata Indescritta: Messaggio in Codice

Sono migliaia le raccomandate recapitate, ogni giorno, da Poste italiane e l’avviso di giacenza raccomandata indescritta (contrassegnata con la dicitura RI) per mancato ritiro e ‘destinatario assente’ rappresenta una comunicazione particolare.

E’ importante risalire al tipo di codice associato alla raccomandata per capire cosa significa e conoscere i tempi di giacenza garantiti dal servizio postale.

Conoscere i vari significati dei codici di riferimento di una raccomandata indescritta, la provenienza (se si tratta di atti giudiziari, di una multa, se il mittente è Equitalia), le differenze tra busta o scontrino bianco, giallo e verde: tutto questo ci aiuterà a recuperare la spedizione nel miglior modo possibile e senza inutili ansie.

Leggi anche10 consigli per risparmiare sulla spesa

Tutti i colori dell’avviso di giacenza raccomandata indescritta

Avviso di Giacenza Raccomandata Indescritta busta verde

Annualmente, in Italia, vengono inviate circa 180 milioni di raccomandate. Ogni secondo 4 persone si ritrovano in fila ad uno sportello postale per recuperarne una. Di queste, 54 milioni di raccomandate sono destinate a non essere recapitate e ad andare in giacenza: più della metà delle raccomandate in giacenza (circa il 60%), non verrà mai ritirata.

Bene, dopo aver dato un po’ di numeri, vediamo con quanti colori viene ‘espressa’ la particolare comunicazione meglio nota come avviso di giacenza raccomandata indescritta.

Ogni tipo di raccomandata non recapitata – preannunciata da un avviso cartaceo inserito nella nostra cassetta della posta – ha un colore diverso in base al mittente e questo colore ha un preciso significato che descrive la natura ed il contenuto della raccomandata.

In gran parte dei casi, una raccomandata con busta bianca o gialla è associata ad un avviso di mancata consegna: generalmente, si tratta di una lettera o di un pacco fermo nell’ufficio postale di zona che è in attesa di essere recuperato. Alcune volte, potrebbe trattarsi di esiti della partecipazione a concorsi pubblici o di verbali delle riunioni condominiali.

Se il colore della busta è verde, si tratta di una raccomandata che notifica un atto giudiziario (multa, citazione in giudizio, ecc.), insomma cattive notizie. Raramente, una comunicazione del genere può anche essere spedita all’interno di una busta bianca o gialla.

Avviso di giacenza: impariamo a identificare i codici della raccomandata

Avviso di Giacenza Raccomandata Indescritta Codici

I postini, non trovando in casa il destinatario, lasciano nella sua casella postale un avviso di ritiro che riporta il tipo di raccomandata ed il relativo codice.
Da questo codice si può risalire all’identità del mittente.

Interpretare i numerosi codici di raccomandata dà modo a chi deve andarla a ritirare per mancato recapito di non preoccuparsi inutilmente oppure di affrettarsi a recuperarla.
Di seguito, riportiamo tutti i principali codici legati all’avviso di giacenza raccomandata indescritta:
– i codici compresi tra 12 e 14 segnalano una raccomandata semplice proveniente da cittadini privati o da aziende;
– i codici compresi tra 050 e 056 si associano ad una raccomandata veloce inviata anch’essa da privati o da aziende;
– i codici compresi tra 608 e 609 si riferiscono ad una raccomandata per Notifica Atto proveniente da Enti pubblici come, ad esempio, l’INPS o l’Agenzia delle Entrate ma anche tribunali;
– i codici che vanno da 612 a 614 si riferiscono, solitamente, a raccomandate inviate da Istituti di credito o dalle Poste;
– il codice che inizia con 670 è associato, generalmente (ma non sempre), a raccomandate inviate da Equitalia o contenenti cartelle esattoriali oppure notifiche di messa in moro;
– i codici compresi tra 75 e 78 indicano una raccomandata contenente un atto giudiziario (anche una semplice multa);

Avviso di Giacenza Raccomandata Indescritta dovequando

– il codice che inizia con 649 si riferisce ad una raccomandata indescritta proveniente, di solito, da una banca per comunicazioni personali riguardanti, ad esempio, la carta di credito oppure il bancomat.
C’è un altro sistema per risalire al tipo di mittente della raccomandata ed è quello di rivolgersi al servizio telematico DoveQuando: basta collegarsi al sito ufficiale delle Poste (dalle 7:00 alle 23:00), inserire il codice per esteso della raccomandata ed individuare il mittente controllando il luogo di partenza della raccomandata.

Tempi massimi per rispondere all’avviso di giacenza

Dal momento in cui riceviamo l’avviso di giacenza raccomandata indescritta, possiamo far valere il diritto di contattare telefonicamente l’ufficio postale riportato sull’avviso stesso e concordare un nuovo tentativo di recapito: se entro tre giorni anche il secondo tentativo è andato a vuoto per nostra assenza, dobbiamo prepararci a ritirare personalmente la raccomandata presso l’Ufficio Postale di giacenza.

L’avviso di ritiro riporta, oltre al codice RI, anche il tempo massimo di giacenza che si traduce in 30 giorni per la raccomandata semplice, in 180 giorni solari per gli Atti Giudiziari mentre per la posta raccomandata 1 (veloce, consegnata nell’arco di un giorno lavorativo) il termine di giacenza gratuito è di 15 giorni.

Per il ritiro, basta presentare allo sportello postale l’avviso di giacenza ed un documento di identità e firmare una ricevuta di avvenuta consegna: si può delegare una persona compilando la delega presente sulla busta o tagliando con firma e fotocopia del documento appartenenti al delegante.

Entro i primi 5 giorni dalla data dell’avviso il servizio di giacenza è gratuito, mentre dal sesto al trentesimo giorno costa 52 centesimi.
Una volta scaduti i suddetti termini, se la raccomandata non venisse ritirata, viene rispedita al mittente.

Prima di arrivare alle conclusioni di questo elaborato concentrato su “avviso di giacenza raccomandata indescritta” ti invito a leggere altri post molto interessanti:

Conclusioni

Avviso di Giacenza Raccomandata Indescritta

Dai colori e dalle differenti tipologie dei codici associati all’avviso di giacenza raccomandata indescritta potrete togliervi la curiosità risalendo alla provenienza ed al tipo di mittente.

Una volta svelato il mistero, chi ha tempo non aspetti tempo: consigliamo di ritirare la raccomandata al più presto, possibilmente entro 5 giorni a partire dalla data dell’avviso.

60 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*